Archivi tag: walter perrucci

DEEJAY TEN MILANO 2014

Domenica 5 Ottobre 2014, ore 10.20.

Tranquilli, non voglio parlarvi solo di tempi, di passo gara e di prestazioni.
Anche perché di prestazioni eclatanti, quì, non ne troverete nemmeno mezza 😉
Aver però passato il test del moribondo durante una gara mi ha reso molto felice!
deejayten_tempi

Perché dico questo… Partire assieme a migliaia di persone rende il primo chilometro assai complicato. Addirittura nei primi 200/300 metri praticamente cammini e quindi il tempo finale risulta un po’ falsato.

La mia prima DEEJAY TEN inizia il 4 Settembre, giorno in cui ne sento parlare per radio… mi sono iscritto la sera stessa!
Era da tanto che avrei voluto parteciparvi, ma per mille motivi non ero mai riuscito ad organizzarmi.
Sito MySdam… Taaac… Iscritto!

Dopo quasi un mese ricevo la mail con il pettorale che conferma la mia iscrizione:

Complimenti per esserti iscritto alla DEEJAY TEN NON COMPETITIVA. Il pettorale che ti è stato assegnato è il 10682

Continua a leggere

Annunci

Walter, portami subito dell’acqua!

La NON estate è agli sgoccioli e incredibilmente sabato 6 settembre abbiamo avuto la possibilità di cenare all’aria aperta sul nostro terrazzo trascorrendo una piacevole serata con amici. Cena Giapponese.
IMG_0377.JPG
Tra riso, huramaki, soia e wasabi, la notte ha preso il posto della sera. La temperatura era perfetta, per me. Per Barbara evidentemente no visto che ad un certo punto ha indossato il pile!

Mentre facevo assaggiare per la prima volta ai nostri ospiti le mandorle in guscio, i bambini hanno fatto festa giocando quasi tutta la sera con la “Play”.

I saluti sono avvenuti dopo l’una di notte… Barbara non faceva così tardi da capodanno.

Domenica, ore 01:37.
“Buonanotte Barbara”.
“Buonan….” RONF… RONF

Silenzio

Barbara è incredibile: tocca il cuscino e si addormenta di botto!

Io provo a leggere qualche riga del 5* libro della saga Games of Thrones e mi addormento quasi subito.

Zzzzzzzz… Zzzzzzzzz…

“COF COF… COF COF…”

“Walter, portami subito dell’acqua!!!” Grida Barbara mentre si mette a seduta sul letto.

Continua a leggere

Walter, la sveglia!!!

Evito di raccontare i dettagli della serata, basti sapere che ci si è quasi allagata la sala a causa di una perdita del calorifero.
Mentre la mia dolce mogliettina aiutava il figlio maggiore nel ripassone pre-compito in classe e Alice mi chiedeva a raffica: “Papà, mi accendi la televisione? Voglio vedere un cartone“, io lottavo con un getto d’acqua tipo Geyser.

geyser

Per fortuna è venuto in soccorso il mio Super Papà e tutto si è risolto per il meglio.
Grazie ancora Papà.

Finiti i ripassi e i cartoni, i bambini vanno a nanna e Barbara li segue a ruota accompagnata dal mal di testa.
Io mi guardo 10 minuti di Hazzard su Fox Retro e un episodio di Top Gear. Alle 23.30 vado a letto anche io.

Leggo 10 minuti poi la vista si annebbia e gli occhi si incrociano. Spengo e mi addormento all’istante come solo mia moglie sa fare.

Sogno di essere in montagna, in un bosco di alberi altissimi che lasciano filtrare i raggi del sole che illuminano la neve che ricopre sentiero pianeggiante.
C’è gente in lontananza vicino ad una baita. Io seguo il sentiero che mi porta fuori dal bosco.
Il panorama è magnifico e sento il calore del sole sulla pelle. Mi fermo un minuto ad osservare la natura. 
Sento avvicinarsi qualcuno, forse uno sciatore di fondo che segue le tracce sul sentiero.
E poi… Continua a leggere

Ombrelli Perletti, fa rima con difetti

Premessa:
Chi mi conosce lo sa, sono un tipo preciso.
Mia moglie può confermare ed aggiungere: Sì, è vero, ma spesso è preciso solo dove vuole lui.

Sono nato a Settembre sotto il segno della Vergine; non che mi curi particolarmente all’astrologia, però devo ammettere che alcuni aspetti caratteriali sono comuni tra le persone dello stesso segno.

—–

Avete presente gli ombrelli mini? Quelli da borsa, gli apri-chiudi manuali, ecco, quelli.
Da quando uso la metropolitana per andare in ufficio – e la moto riposa tranquilla in box – ho iniziato ad usare questo pratico oggetto.
Quando il cielo minaccia pioggia, lo metto in borsa ricoperto col suo bel preservativo in tinta e occupa davvero poco spazio. Ne ho uno di questi ma con una fantasia diversa.

perletti_ombrello

Gli ombrelli in generale e questi piccoli in particolare, sono tanto comodi quanto delicati.
Prima di aprire l’ombrello, siccome sono un precisino, scuoto leggermente il tutto e controllo che i braccetti metallici della struttura non sia incastrati tra loro.
Quando lo richiudo poi è ancora peggio. Mi piace che i braccetti stiano dritti e non tutti ammucchiati da una parte perché hai tirato di fretta il laccetto col velcro.

Sono matto, lo so già.
La fissa degli interruttori tutti allineati però mi è passata 🙂

A questo punto mi verrebbe da dire: Tanta attenzione per nulla.
E’ già il terzo ombrello della Perletti che compro e che immancabilmente si rompe.

perletti_ombrello_rotto

In primo piano il pezzo rotto.

ombrello_cockerNell’ombrello precedente si era rotto il tirante sottile (visibile anche nella foto qui sopra), con il risultato di avere una punta moscia, tipo orecchia di cocker.

Se proprio vogliamo trovare una cosa positiva nell’ultima rottura è che, una volta aperto, l’ombrello rimane tutto in posizione, senza orecchie di cocker.

Gli ombrelli “buoni” sono un po’ come gli amici, si vedono nel momento del bisogno.

Cara Perletti, mi dispiace ma per ben 9,90€ mi aspettavo una maggior solidità. Ti ho dato fiducia per tre volte ma ora prenderò quelli da 5€ in metropolitana con la consapevolezza che si romperanno ugualmente, ma alla fine dei conti avrò risparmiato.

Deejay Chiama Breaking Bad

280px-Breaking_Bad_Logo_ita

Non so più di chi sia stata lo colpa, se di mio cognato l’Interista o di Linus e Nicola di Radio Deejay, ma da un po’ di tempo sto seguendo la serie tv Breaking Bad e per questo li ringrazio.

La consiglio caldamente a tutti.

Ascolto quotidianamente la radio ed in particolare Deejay Chiama Italia, trasmissione condotta magistralmente da Pasquale di Molfetta in arte Linus e dal simpaticissimo Nicola Savino.
rttrrGli argomenti e le risate sono davvero tante. Bravi.
Tra una spiegazione di Nicola del significato della canzone Royals di Lorde e il tentativo di Linus di non dire la parola meccanismo, si finisce sempre a parlare di Breaking Bad.
Anche nel suo Blog ne parla spesso: linus.blog.deejay.it/

Durante una pausa di lavoro, ho cercato le foto dei due conduttori su internet e le ho “trattate” come nella locandina originale del telefilm.

DeejayChiamaItalia_BreakingBad

Mentre in studio da loro c’era ospite la magnifica Raffaella Carrà, ho inviato una mail con l’immagine in allegato.

Risultato?
Hanno visualizzato l’immagine che gli avevo appena mandato nel mega-schermo presente in studio alle spalle di Alex Farolfi (Regia audio) e di Matteo Curti (esperto di tecnologie).

Come direbbe Nikki:
CAZZO FIGATA!!!

Dolci senza latte alla mucca

Da qualche anno il mio corpo ha sviluppato una spiacevole intolleranza ai latticini.
Per un goloso di dolci, quale sono io, questa è una sfiga tremenda!!!!

Ricordo con nostalgia quei bei tazzoni di latte a colazione dentro il quale facevo la zuppa con i biscotti. Mi piacevano i Tarallucci e le Macine, ma anche le Gocciole, i Krumiri e tutti i più maialosi.
Il latte era rigorosamente quello Intero nella confezione azzurra della Centrale del Latte Milano.
tazzalatte latte_intero_centrale
Anche per la merenda in qualsiasi momento della giornata i dolci erano una costante: biscotti, cioccolato, pasticcini, torte, gelati alle creme. . . ok basta, mi viene la lacrimuccia al solo nominarli.
La cioccolata calda con la panna, le crostatine al cacao del mulino bianco!!!
Tutto questo aveva un prezzo, o meglio, un peso. Ben 89 Kg.
Sono alto 180 cm e il mio peso forma sarebbe circa 75 Kg.
Quando riguardo le foto di quegli anni non mi riconosco più, anche perché allora avevo tutti i capelli.

Se proprio vogliamo trovarci il lato positivo in tutto ciò, posso dire che eliminando i latticini sono dimagrito parecchio.

Ora ho raggiunto un equilibrio, sia di peso (77 kg) sia per i gli alimenti che mi diano un minimo di soddisfazione e che mi tengano il morale alto nei momenti no. Anche perché si sa, i dolci aiutano anche in questo.

Trovare dei dolci senza latte o burro non è stato facile.

Mia figlia Alice vedendomi leggere gli ingredienti di decine di confezioni al supermercato mi chiedeva sempre:
Papà, c’è il latte alla mucca in quei biscotti?” e “Sono buoni anche senza il latte alla mucca?Continua a leggere

Il calcio della buonanotte

fusoIo e la mia bionda mogliettina abbiamo orari sfalsati di circa 1 ora.
In sostanza è come se a casa nostra ci fossero 2 fusi orari diversi. Lei, visto il suo amore per la lingua Inglese è come se vivesse a Londra e io a Milano con un +1 sull’orologio.

La sera, dopo aver messo a nanna i due piccoli hobbit ed aver sbrigato le faccende di casa, ognuno si dedica alle proprie passioni:
Barbara difficilmente si siede sul divano. Lei preferisce di gran lunga il letto con il piumone tirato su fino al collo, un libro ed una tisana calda.
Ora sta leggendo Il richiamo del cuculo di Galbraith Robert, pseudonimo di J.K. Rowling.
Quando invece si concede le comodità del divano, la televisione è tutta sua. Non si discute. Deve mettersi al passo con Bones, in assoluto il suo telefilm preferito. Leggi quì.

Anche a me piace moltissimo leggere, negli ultimi anni c’ho preso proprio gusto. Oddio, non ai livelli di mia moglie, lei è irraggiungibile. Ora sto leggendo Il regno dei lupi. La regina dei draghi – Le cronache del ghiaccio e del fuoco di quel genio di George R. R. Martin.
Prima però di andare a letto a leggere, mi guardo qualche film, telefilm o programma tv.
Ne seguo tante ed è un lavoro farlo:
Fringe, Breaking Bad, Big Bang Theory, IT Crowd, Top Gear, Affari a quattro ruote, sport vari (tennis, sci, motori), ecc ecc. Devo ancora trovare il coraggio di iniziare The Walking Dead.

Ieri sera, ore 23.30. Continua a leggere

Letterine di Natale

Come ogni anno a Sant’Ambrogio abbiamo fatto l’albero di Natale e, come in tutte le case dove ci sono dei marmocchi, sono state scritte le letterine di Natale.

letterina_alberoletterina_davide

Davide, il primogenito di 9 anni, ha fatto il suo ricco elenco in autonomia.
Dopo una brevissima presentazione ha iniziato il vero e proprio elenco. Tra le altre ha anche scritto CD dei Muse, ma poi l’ha cancellato quando gli ho detto che li abbiamo già tutti. 😉
Continua a leggere