Archivi tag: bambini

La teoria dell’ascensore

Quante probabilità ci sono che un ascensore sia al tuo piano quando premi il tasto di chiamata?
Facile, direte voi, basta sapere quanti piani ha il palazzo ed il gioco è fatto. Ovviamente il piano 0 è quello visitato dal maggior numero di condomini, quindi c’è una maggiore probabilità che si trovi lì piuttosto che ad un altro piano.

Abito al primo piano in un condominio di 8 piani e uso quasi sempre le scale. E ci mancherebbe altro.

Diciamo che uso l’ascensore solo se ho carichi pesanti. Praticamente lo sfrutto come montacarichi.
Per la spesa, per portare in box le cose che in casa non servono più o per portare i figli.
family_icons_liftQuando ci capita di rientrare la sera tardi dopo essere stati da amici o parenti, Alice, la figlia di 6 anni (e mezzo) si addormenta in auto tutte le volte. Davide, 9 anni, per fortuna non più.

Sabato, ore 23.45
Saliamo in auto dopo essere stati a trovare le cuginette e, come sempre, Alice chiede di accendere le canzoni. Tipo che non faccio nemmeno in tempo ad inserire la chiave nel rocchetto di accensione che lei già avanza le sue richieste musicali.
Davide: “Noooooooo!!! Non le voglio sentire
Alice: “Daiiiiii
Davide: “No
Barbara: “Alice, siamo arrivati. Niente canzoni. Ho sonno e un filo di mal di testa

N.b. Non siamo ancora partiti e ci sono 20 minuti di strada per arrivare a casa nostra.

Walter: “Una sola va bene?
Barbara: “A volume basso, però. Mooolto basso.
Davide: “Ok
Alice: “Sììììì. Metti il CD di High School Musical 2?
Barbara: “No, lasciamo quello che c’è.
Alice: “Ooookkeeeey

N.b. Ooookkeeeey è la risposta preferita di mia figlia.

Finalmente partiamo e nel giro di 3 minuti anche Alice “parte”. Non appena Barbara se ne accorge, spegne subito la radio.

Giunti a casa, mettiamo l’auto in box e facciamo i numeri per tirare giù la bambina che ha un peso specifico esagerato. È alta come una bambina di 8 anni ma non diresti mai che pesi così tanto. Quando la prendi in braccio ti chiedi se nasconda dei piombi da sub in tasca.
zavorra-sub2I box sono al piano -1, quindi ci sarebbero 2 piani di scale da fare con in braccio una bambina extra-long che indossa una giacca con il cappuccio di pelo che mi finisce sistematicamente in bocca e nel naso.

Arriviamo davanti alla porta dell’ascensore e lui non c’è, ovviamente.
Sì ma non è che si trovi, chessò, al 3° o 4° piano.

No!

Lui è sempre al 7° o 8°. Ai piani alti. I piani ricchi. L’attico.
Ci mette sempre tantissimo ad arrivare al -1. Se considerate poi che ho in braccio quella mattonella di Alice l’attesa pare interminabile.

Se durante il giorno l’ascensore si trova quasi sempre al piano ZERO o -1 (box e cantine), la sera invece è lassù, in cima al palazzo, lì dove il panorama è più bello, lì dove abitano le persone che escono la sera, quelli col grano.

Annunci

Barbara minaccia… pioggia

ALLARME ROSSO: arriva NEFERTARI, hanno detto e scritto in molti.
Le previsioni meteo già da metà settimana avevano generato in me un malessere da weekend con brutto tempo.
Sabato ancora ancora, ma Domenica sarà una tragedia! “Pioverà tuuutto il santo giorno“, dicevano i meteorologi.

A casa mia non esiste l’improvvisazione. Beh dai, non siamo così “quadrati”, diciamo che alla casualità è sempre preferibile un minimo di organizzazione.
E per la Domenica ci eravamo organizzati non organizzando nulla.
Anche questo è organizzarsi, no? Continua a leggere

La madre di tutte le liste. Pronti, partenza, via.

In che mese la stragrande maggioranza di Italiani concentra le proprie vacanze?

Bravi in Agosto, ma non era poi così difficile.

Oggi è il 2 Agosto ed è un giorno importante in casa Perrucci, per due motivi.
E’ l’anniversario di matrimonio dei miei cari genitori. Si sono sposati nel lontano 1970 e grazie a loro io la mia dolce sorellina facciamo parte di una famiglia fantastica.

AUGURI MAMMA E PAPA’

L’altro motivo è che, a distanza di una settimana dalle agogniate vacanze, in casa è spuntata la mitica MADRE DI TUTTE LE LISTE.
madre_di_tutte_le_liste_zoom

madre_di_tutte_le_listeCos’è?
E’ una lista infinita di cose da preparare e da portare in vacanza.

Continua a leggere

Vado in bianco

E’ primavera!!! finalmente verrebbe da aggiungere. Ovviamente siamo passati dal freddo con pioggia autunnali direttamente al caldo di ferragosto. Certo che non siamo mai contenti, eh?

Siccome la bella stagione è arrivata, abbiamo deciso che il momento di dare un rinfrescata alle pareti di casa fosse arrivato assieme a lei. Quale migliore occasione per pulire qualsiasi cosa ti capiti sotto tiro, vero Barbara?
E’ impazzita. E nella sua amorevole pazzia ha trascinato anche me.
Con la scusa del: “Tiro su il grosso” stiamo facendo le pulizie di 3 primavere messe assieme. AIUTOOOOOO. Chiedo asilo in qualche casa dove non ci sia una donna con la mania dell’ordine e della pulizia… non c’è nessuno??? Please, help me!!!

pennello cinghialeA sto giro ho deciso di non impugnare il pennello.
Parlo del pennello cinghiale, maliziosi. 🙂
Abbiamo fatto fare il lavoro ad una persona di fiducia che, mentre noi siamo al lavoro, lui va di stucco e pittura. Quando la sera rientriamo a casa, stanchi per la giornata, abbiamo il terzo lavoro.
Terzo? Come terzo. Walter, ti sei fumato l’impossibile?
Continua a leggere

Mamma ho sete.

Si sa, i figli sono piez ‘e core, però…
mamma ho sete

Ho due figli, un maschio e una femmina.
Davide, 8 anni, oltre ad essere un bambino sempre sorridente e decisamente simpatico, ha una particolarità comune alla maggior parte dei bambini: bisogna ripetergli le cose almeno 100 volte.

Alice è la piccola di casa, 6 anni. Caratterialmente è molto forte, per non dire cocciuta e anche con bambini più grandi, non si fa certo mettere sotto. Buon per lei, le servirà nella vita.
Alice ha una particolarità: a differenza del fratello, è lei a ripetere le cose 100 volte, forse 1000 volte. Un vero martello!!!

Sabato, ore 19.00.

Continua a leggere

Fruittella Jungle

Ecco un esempio di spot tv che include diverse tipologie di meteriali:

  • girato in digitale con Arri Alexa 
  • CGI
  • Matte paint

I bambini, nelle inquadrature dove sono circondati dalle piante, sono stati ripresi su green back e poi “compositati” su un’immagine della stanza vuota (plate).

Continua a leggere