Assistenza biciclette Bicimania Milano, la mia esperienza

Se il tuo interesse è il mondo running o bicicletta, ti trovi nel posto giusto. Il negozio è molto bello e fornito e si trova a Milano in via Adriano, 85.

Non è però tutto rose e fiori, ahimè.

La mia esperienza con il reparto assistenza bici è stata a dir poco sconvolgente.

Eccola:
Il 17/06/17 ho portato la mia bici per avere assistenza sull’ammortizzatore (marca FOX) rimasto bloccato a seguito di una perdita d’olio.

Dopo una prima ispezione, se la riparazione in loco non fosse stata possibile, il pezzo sarebbe stato mandato alla casa madre (VITTORIA) e sarei stato avvisato telefonicamente. Tempo previsto per l’operazione 2 settimane.
Due settimane, giusto in tempo per godermi la casa presa in montagna nel mese di luglio!
Ho chiesto anche di sostituire il collarino reggisella, mettendone uno a sgancio rapido perché quello installato sulla mia Cannondale è con la vite a brugola.

Il Signore che mi ha accolto e che ha compilato la scheda di lavorazione, mi ha proposto una bici “sostitutiva” per un giorno! WOW, che servizio. Proposta che ho declinato per impossibilità di utilizzo in quel fine settimana.

Dopo 4 giorni di silenzio, decido di chiamare in negozio, così, giusto per avere notizie. Come risposta ottengo uno sconvolgente:

Chi ti ha fatto la scheda di registrazione della bici? No perché la tua bici non è stata nemmeno guardata!

“Come? Non è stata guardata? Quindi le due settimane ora diventeranno tre!” rispondo.

“La smonto subito e domani mando l’ammortizzatore alla VITTORIA”

“Ok, mi raccomando, tenetemi aggiornato, per piacere”

Stacco

Passano due settimane e decido di chiamare.
“Puoi richiamare domani, oggi non c’è Tizio che ha seguito la lavorazione, grazie” mi dicono gentilmente.

Richiamo il giorno dopo e Tizio mi dice che non ha notizie dalla VITTORIA e aggiunge di riprovare la settimana successiva.

Visto che la bici era già da loro e ultimamente avevo riscontrato un allungamento della frenata al posteriore, ho chiesto di controllare le pastiglie e di fare eventualmente lo spurgo dell’impianto idraulico.

Vabbè dai, penso, qualche inghippo, anche se spiacevole, ci può stare.

Richiamo la settimana successiva – siamo alla TERZA SETTIMANA di lavorazione (metà luglio) – e mi dicono che non c’è ancora nessuna notizia da parte della casa madre VITTORIA.
A questo punto chiedo: “Ma li avete chiamati, almeno? Il tempo passa e non si sa mai nulla”.
Risposta: ” Ti chiamiamo nei prossimi giorni e ti facciamo sapere qualcosa”

Secondo voi si sono fatti sentire?
No, ovviamente.

Il giorno 21 luglio, quindi ben oltre il mese di attesa, decido di scrivere direttamente a VITTORIA, così, giusto per far presente la mia situazione.
Mi rispondono dopo 3 giorni:

“In seguito alla sua email abbiamo contattato il negozio Bicimania.
Le chiediamo gentilmente di confrontarsi con loro.”

Lo faccio e per un giorno mi rimbalzano fino a quando, due giorni dopo, mi informano che

per un problema “tecnico”, Bicimania di via Adriano Milano, non riceve le mail da parte di VITTORIA e che quindi il preventivo che le era stato mandato via email non era mai stato letto.
Sarà finito nello SPAM!

Accetto il preventivo e mi metto nuovamente in attesa.

Ovviamente il mese di luglio ormai è andato, come la possibilità di usare la mia bici!

Venerdì 28 luglio ricevo una chiamata da BICIMANIA, la prima da 40 giorni a questa parte, che mi informa che

la bici è pronta.

Passo a ritirarla questa sera. Avete controllato tutto: freni, collarino reggisella?, dico in uno slancio di entusiamo.
No, la stiamo preparando. Passa domani. Te l’abbiamo anche lavata!  mi rispondono.

Vabbè, allora non è pronta…

Passo domenica, di ritorno dalla montagna” dico.

Secondo voi è andato tutto bene al giorno del ritiro?

Entro in negozio e vado all’accettazione assistenza con la scheda di lavorazione per il ritiro.
Un addetto mi accoglie con un sorriso gentile, e mi porta la bici.

La guardo e qualcosa non mi torna…

“Ma, avete montato l’ammortizzatore al contrario!”

“Mah, non saprei… ho guardato delle foto e mi pareva fosse così! Lo sistemo subito, anzi vieni che mi dai una mano a reggere il carro posteriore.” mi risponde il tecnico.

Vedo che non mi avete sostituito il collarino reggisella con uno a sgancio rapido, come vi avevo chiesto!“.

“Ah, lo faccio subito mi risponde il tecnico.

“I freni li avete controllati? La frenata lunga al posteriore, lo spurgo, le pastiglie…”

“L’abbiamo provata, anche nella discesa del parcheggio e per noi non ha bisogno di nulla. Frena bene!”

“Uhm.”

Abbiamo un po’ discusso sulla vicenda, sulla mancanza comunicazione tra loro e Vittoria.
La realtà è che non hanno MAI chiamato la casa madre per avere informazioni sul pezzo mandato in assistenza. Mai.
Anche se non sono stato trattato al meglio, non ho voluto “fare il cinema”, anche perché si sono scusati più volte. Alla cassa mi scontano il prezzo del collarino, poca roba in confronto al disagio provato.

Torno a casa direttamente con la bici, sono 9 km, almeno la potrò provare subito.

Secondo voi frena bene?

Ovviamente no!

BICIMANIA di Milano, non vi preoccupate, non la porterò da voi per farli sistemare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...