Lui, lei e l’altro

Un fine serata a casa mia.

Ore 23.00 circa.
Walter, io vado a letto. Tu che fai?” mi chiede mia moglie.
È un invito?” le chiedo in risposta ammiccando. 😉

Sì lo so, è maleducazione rispondere alle domande con altre domande, ma ogni lasciata è persa, no?

Non credo proprio” mi dice Barbara. “Non ce la faccio più. Sto svenendo dal sonno!
Vai tranquilla, tra poco arrivo” le dico dandole un bacio.
Passano 10 minuti e vado in camera per vedere se si è già addormentata, ma la trovo immersa nella lettura con la abat-jour accesa. Baciandola le dico che è inutile insistere.
Contro il sonno è una battaglia persa!

Vado in cameretta dai bambini e immancabilmente trovo Davide (sul letto a castello) coperto fin sopra ai capelli e Alice (nel letto sotto) praticamente scoperta con un braccio e una gamba a penzoloni fuori dal letto. Lui è freddoloso come la mamma e lei ha sempre caldo come me.
caldo_freddoSpengo la lucina per la notte, quella a fantasmino dell’Ikea, e piombo nell’oscurità più assoluta: Barbara ha spento l’abat-jour e sta già praticamente russando. Si fa per dire russando, cioè, non è che stesse russando veramente. Questo lo fa solamente quando siamo in viaggio in auto dopo avermi promesso di tenermi compagnia mentre sono alla guida.

on-off_designBarbara nell’addormentarsi è sicuramente digitale.

ZERO-UNO | ON-OFF | ACCESO-SPENTO

Non l’ho mai vista rigirasi nel letto nel tentativo di addormentarsi.
Quando spegne la luce praticamente sta già dormendo.

Urtando contro lo stipite della porta mentre torno in sala per finire quel che avevo cominciato.
Ieri sera, ad esempio, ho finito di vedere la discesa parallela di sci, il Team Event, vinto dalla squadra Austriaca. Video della finale su Eurosport

Alle non so che ore fossero spengo tutto e vado in camera.
Mi infilo sotto il piumone e mi metto a leggere.

Strano, penso, Barbara non ha allungato il piede ghiacciato come fa di solito.
“Ma sta dormendo”, direte voi. E qui viene il bello. Lei avverte la mia presenza anche mentre dorme e inconsciamente si distende fino a congelarmi il polpaccio.

Ma questa sera no. Uhmmm… davvero strano.

Alla fine del capitolo spengo, mi giro verso di lei e faccio una scoperta che mi lascia spiazzato:

Mia moglie mi ha rimpiazzato. È andata a letto con un altro.

Colto in flagrante ha tentato invano di nascondersi in fondo al letto. Pensate, era ancora caldo!
Vestito di rosa con i pallini colorati.

Io non sono in formissima, è vero, ma lui è molto più morbido di me: è quasi flaccido!

Lo prendo con una mano e a fatica lo trascino fuori dal letto: si è arpionato alle gambe di mia moglie.
Lei emette un lamento senza svegliarsi. Io ormai ce l’ho in pugno!

!!! ARIMO !!!

Rileggendo l’ultima riga:
Lei emette un lamento senza svegliarsi. Io ormai ce l’ho in pugno!
Verrebbe da pensare che mi sia messo a scrivere la sceneggiatura di Biancaneve sotto i nani.

emoticon_paura

Accendo la luce per guardarlo bene. Voglio proprio vedere cos’ha lui più di me!!!

Cosa mi trovo davanti?

Il Teporino

teporino

p.s. L’espressione Arimo, in uso prevalentemente in Lombardia, viene utilizzata allo scopo di sospendere momentaneamente un gioco/attività. Equivale al Time-out nello sport.

Annunci

3 pensieri su “Lui, lei e l’altro

  1. BlackNicol

    Era un po’ che non ricevevo una puntata di “Casa Perrucci”,……Walt mi fai sempre ghignare di brutto quando leggo!!!! 😀 😀

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...