DEEJAY TEN MILANO 2014

Domenica 5 Ottobre 2014, ore 10.20.

Tranquilli, non voglio parlarvi solo di tempi, di passo gara e di prestazioni.
Anche perché di prestazioni eclatanti, quì, non ne troverete nemmeno mezza 😉
Aver però passato il test del moribondo durante una gara mi ha reso molto felice!
deejayten_tempi

Perché dico questo… Partire assieme a migliaia di persone rende il primo chilometro assai complicato. Addirittura nei primi 200/300 metri praticamente cammini e quindi il tempo finale risulta un po’ falsato.

La mia prima DEEJAY TEN inizia il 4 Settembre, giorno in cui ne sento parlare per radio… mi sono iscritto la sera stessa!
Era da tanto che avrei voluto parteciparvi, ma per mille motivi non ero mai riuscito ad organizzarmi.
Sito MySdam… Taaac… Iscritto!

Dopo quasi un mese ricevo la mail con il pettorale che conferma la mia iscrizione:

Complimenti per esserti iscritto alla DEEJAY TEN NON COMPETITIVA. Il pettorale che ti è stato assegnato è il 10682

Giovedì 2 Ottobre 2014, ore 13.20.
Mi capita spesso di passeggiare durante la pausa pranzo nei dintorni del Castello Sforzesco. Il sole splende e si sta benissimo in maglietta… sì sì, proprio come ad Agosto.
Arrivo in Piazza del Cannone, un’area pedonale che dà accesso al Parco Sempione dal retro del Castello, e mi ritrovo nel bel mezzo dell’allestimento del Deejay village!

Le gare previste sono 3 :

– 5 km
– 10 km non competitiva
– 10 km competitiva

Percorso 10k

Percorso 10k

Partenza in piazza Castello.

Venerdì 3 Ottobre 2014.
Anticipando la massa, decido di andare a ritirare il pacco gara il prima possibile.
C’è già molta gente e in tanti hanno raccolto (giustamente) le deleghe per tutti i loro amici, i tempi quindi si allungano parecchio.

Domenica 5 Ottobre 2014.
Il D-Day è arrivato.
La partenza per la 10k non competitiva è fissata per le 10.25 quindi posso tranquillamente evitarmi la levataccia.
Esco di casa alle 9.00 e sulla banchina della M3 di Affori FN non sono l’unico ad indossare le scarpe da running ed una maglia rossa che sbuca da sotto la felpa 😉
La metro parte in direzione San Donato. Lungo la tratta che mi porterà a Duomo le magliette rosse e gli zaini marchiati Deejay Ten si moltiplicano ad ogni fermata.
Nella galleria che ci conduce alla linea verde, la M2, siamo in tanti ad indossare la “divisa”.
Il vagone della metro che ci porta a Cairoli è stracolmo di runners in rosso. Gente con parrucche, cappelli bizzarri e travestimenti vari: un ragazzo era vestito da coniglio!

In Piazza Castello c’è un fiume di gente!

Mi affianco al palco dove il Trio Medusa con Linus e Alex alla consolle, intrattengono il pubblico. Arriva anche Diego Passoni che si concede al pubblico per qualche foto.
Vedo Stefano Baldini, il vincitore della maratona di Atene del 2004, che si prepara per la partenza. Vedo anche Aldo Rock in mezzo al gruppo.
Lo starter della 10k competitiva sbaglia i tempi e spara il colpo con qualche secondo di anticipo rispetto al dovuto. I runners partono ugualmente. C’è agitazione. C’è fermento. C’è anche incazzatura da parte di qualcuno per l’errore. Scoppiano anche i petardi con il lancio dei coriandoli a sancire la partenza.

Il Trio invita i 16.000 (sedicimila) runners a prepararsi per la partenza della non competitiva.

Tutto è pronto. La maggior parte impugna il telefono o un orologio GPS per registrare i dati della prestazione.

Conto alla rovescia… 3, 2, 1… BOOM… VIA !!!!

Passa diverso tempo dal via a quando passo sotto l’arco che registra il mio passaggio.
Stiamo camminando, e lo facciamo per diverso tempo. Correre è impossibile. Siamo in tantissimi. Spalla a spalla. Scalpitiamo ma non c’è possibilità di aumentare il passo. Facciamo la prima curva e le transenne finiscono. I runners iniziano ad occupare i marciapiedi. Lo spazio aumenta e così anche il ritmo. Alcuni spintonano, altri ti tagliano la strada.
Si dice che la madre dei maleducati sia sempre incinta.

Sali scendi vicino alla triennale e il fiume di gente si allarga occupando tutta la corsia anche oltre le transenne poste dalla Polizia locale.

Finalmente si riesce a correre. Ho già il fiatone!

Per vivere la corsa senza isolarmi, decido di correre senza musica e senza cuffiette.
Scopro di aver fatto bene perché Linus ha pensato anche a questo: ogni 250/300 metri c’è una postazione con altoparlante portatile e musica a palla!!! Ragazzi e ragazze, dotati di bici bike-mi sponsorizzate ci accompagnano lungo il percorso. Grande Linus!

Questa è la terza “gara” che faccio. Ma con così tanta gente è un’emozione!

Ai 5 km c’è il punto ristoro. Bevanda con i sali e acqua.

Costeggiamo l’Arena Civica quando vedo il cartello dei 9 km.
Tutti aumentano il passo, ormai le gambe vanno da sole. La voglia di arrivare e “fare anche il tempo” è tanta.
Vediamo il Castello, manca poco… Ecco l’arrivo!!!

Tempo: 00:59:28:55
20141005_113037

Sono felice, stanco ma felice.

Video ufficiale:

Foto:
http://www.deejay.it/foto/deejay-ten-di-milano-il-fotoracconto/401627/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...