Mare, calcio e triglia

borghettoSono stato 2 giorni al mare per trovare i bambini i villeggiatura con i Santi Nonni.
Ieri, domenica 07/07, c’erano due eventi sportivi che mi sarebbe piaciuto guardare in diretta: Il Gp di F1 al Nürburgring e la finale di Tennis a Wimbledon. Ci metterei anche il Tour de France, ma negli ultimi anni, con gli scandali doping, il mio interesse per il ciclismo è drasticamente calato.
Ero al mare con i miei figli che entravano in mare come se per loro la temperatura gelida dell’acqua non fosse un problema. C’era il sole, tanto sole. Sole che Barbara ha deciso di dover prendere anche ad ogni costo.
In questo tripudio di vacanze, con piste per le biglie, materassini e ombrelloni, lo sport da vedere in tv, è passato in secondo piano.
Ho passato 2 giorni a sentire la mia piccola Alice dire: Papà, guarda che tuffo. Papà, guarda come nuoto. Papà, guarda la capriola. Papà, guarda…
Tesoro, ho occhi solo per te.

Dopo esserci sparati non so quante decine e decine di Km di coda sull’autostrada Ligure (sia all’andata che al ritorno), siamo giunti a Milano in tarda serata. Stanchi nel corpo e nella mente, perché fare così tanti chilometri in coda passando tra le auto poste in ordine sparso nelle corsie, ti carica di tensione. Ci sono quelli che ti buttano la sigaretta fuori dal finestrino proprio mentre passi. IL POSACENERE E’ DENTRO L’AUTO E NON FUORI!!
Ci sono quelli che incuriositi chissà per quale motivo decidono di mettersi a cavallo di due corsie per dare una sbirciatina più in la. Vabè. Amen.

Dicevo, siamo arrivati a Milano e dopo una doccia rinfrescante siamo andati a nanna.
Ho dovuto mettere in chiaro una cosa con mia moglie:
stasera non chiedermi niente perché è no, ok? E non pregarmi, non insistere! 🙂

ore 7.15, suona la sveglia.
Barbara, mi hai detto di rusarti giù dal letto.
Silenzio.
Barbara, è suonata la sveglia. Alzati!
Uhhhmmm.  Con un lamento mi avvisa che si sarebbe alzata, prima o poi.

Mi alzo, preparo la colazione e vedo con gioia che fuori piove. Siamo pur sempre a Milano.

Accendo la tv e cerco un notiziario sportivo per avere informazioni approfondite e vedere qualche immagine dei due eventi persi il giorno prima.
“Bla bla bla, e ora veniamo alle notizie sportive, dice l’annunciatore.
Buongiorno ai telespettatori. Vediamo ora le principali notizie sportive:
Calciomercato: Bla bla bla, bla bla bla”

EH !!!???

Ma è mai possibile che anche quando non c’è il campionato di calcio si parli sempre e solo di calcio? Ma basta!!! Ci sono altri eventi sportivi al mondo.

Va bene che in Italia il calcio è considerato LO SPORT, ma anche quando il campionato è fermo dovete strecciarmele con con il calcio? Evidentemente sì. Spero nella seconda notizia.

Seconda notizia:
“Mentre per molti di voi le vacanze non sono nemmeno iniziate, per i calciatori sono già finite e quest’anno le squadre di calcio della serie A si stanno ritrovando quasi tutte nelle provincie Trentine, bla bla bla.”

CALCIO E ANCORA CALCIO!

Finalmente dalla terza notizia le mie richieste vengono soddisfatte.

Vettel ha vinto, Alonso ha inseguito ed arrancato e Massa si è ritirato. Tutto nella norma.
Murray (Inglese) ha vinto Wimbledon contro Djokovic, il tennista che mi è più simpatico.

Oh, mi stavo dimenticando di Barbara:
Barbara, amore, è tardi, alzati!”, le dico.
“Mi sono alzata, non ti preoccupare”,
mi dice in tono imbarazzato.
Si affaccia in cucina e guardandomi mi dice: Mannaggia, ho lasciato il Foille al mare.

Era color triglia.
triglia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...