Vado in bianco

E’ primavera!!! finalmente verrebbe da aggiungere. Ovviamente siamo passati dal freddo con pioggia autunnali direttamente al caldo di ferragosto. Certo che non siamo mai contenti, eh?

Siccome la bella stagione è arrivata, abbiamo deciso che il momento di dare un rinfrescata alle pareti di casa fosse arrivato assieme a lei. Quale migliore occasione per pulire qualsiasi cosa ti capiti sotto tiro, vero Barbara?
E’ impazzita. E nella sua amorevole pazzia ha trascinato anche me.
Con la scusa del: “Tiro su il grosso” stiamo facendo le pulizie di 3 primavere messe assieme. AIUTOOOOOO. Chiedo asilo in qualche casa dove non ci sia una donna con la mania dell’ordine e della pulizia… non c’è nessuno??? Please, help me!!!

pennello cinghialeA sto giro ho deciso di non impugnare il pennello.
Parlo del pennello cinghiale, maliziosi. 🙂
Abbiamo fatto fare il lavoro ad una persona di fiducia che, mentre noi siamo al lavoro, lui va di stucco e pittura. Quando la sera rientriamo a casa, stanchi per la giornata, abbiamo il terzo lavoro.
Terzo? Come terzo. Walter, ti sei fumato l’impossibile?

Il primo è quello che quotidianamente ci da da vivere.
Il secondo sono i figli. Questo secondo lavoro è decisamente più complicato e stressante del primo e del terzo. Ho sentito diversi genitori ammettere che durante il giorno, mentre svolgono il “primo” lavoro, si riposano.
Il terzo come già anticipato, sono le pulizie di fino.

Per preparare le varie stanze, ho smontato scrivanie, mensole, ganci appendi abiti, placche degli interruttori… stasera devo smontare anche un calorifero!!!

Barbara, quando ho detto facciamo fare a qualcun’altro intendevo TUTTO!!! 🙂
Vabbé, che fa da se fa per tre e presta più attenzione nel fare e spostare le proprie cose.

I miei figli sono arrabbiati con me perché non voglio più le pareti colorate in salotto.
Bianco e solo bianco, ho detto loro. Con gli anni (13 da quando il 27 maggio del 2000 ci siamo sposati) la casa si è riempita di una quantità enorme di… cose, chiamiamole così, che colorare le pareti anche stavolta mi pareva davvero troppo.

“Papà, almeno un colorino leggero leggero”, mi hanno detto.
“Bambini, ci pensate già voi a colorare le pareti quando ci appoggiate le mani!”

Avete mai notato le mani dei bambini?
Dopo che hanno usato, ad esempio, il tablet o il telefono per giocare 2 minuti, dire che lo schermo è sporco è riduttivo.

Pensate che ho scritto tutto questo per dire grazie all’Angelina (la mi socera).
Ieri sera, subito dopo cena, sono andato a casa sua per portarle un regalo da parte nostra e di sua figlia in particolare.
Ho riempito 3 (e dico tre) bei sacchettoni mentre Barbara diceva: “A lei piace”
Per l’occasione ho scattato anche una foto con il malloppo, eccola.
stirare panni
“Tutto qua” ha detto sorridendo.
“C’era anche lo stendibiancheria pieno e le lenzuola, ma non te le ho portate.” Ho aggiunto.
Barbara (e noi altri 3 di casa Perrucci), abbiamo approfittato delle doti di veloce stiratrice della Nonna Angela.
I terzo lavoro di questi giorni, sta prosciugando le già esigue energie rimaste a fine giornata della mia mogliettina. Sì perché assecondare la mania per l’ordine e il pulito è stancante, anche per lei.

Annunci

Un pensiero su “Vado in bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...