Verde zuppa

Uomini e donne sono molto diversi e non solo fisicamente intendo.
Per carità, ci sono uomini che sembrano donne e donne (magari con i baffi) che sembrano uomini, ma di base le differenze ci sono e sono tante.
In particolare mi riferisco alla percezione dei colori.

Questa immagine spiega al meglio quello che intendo dire:
colori per uomini e donne
A parte gli uomini che magari dipingono e che quindi hanno dimestichezza con sfumature e varianti dei colori come se fossero dei campionari della Pantone ambulanti, per la maggioranza degli uomini esistono solo i colori principali. Le uniche varianti considerate sono il chiaro e lo scuro.

Andando a lavoro con i mezzi pubblici, mi imbatto quotidianamente con persone (in particolare donne) che “osano” nel fare abbinamenti cromatici e indossano capi d’abbigliamento piuttosto fantasiosi. Memorizzo gli accostamenti e quando arrivo in ufficio non riesco a trattenermi e chiedo alle mie colleghe, le quali fortunatamente sanno molto bene come vestirsi, se “si usa” o meno vestirsi in quel modo.
Il momento più difficile della descrizione è quando si parla dei colori.
L’ultima volta ho descritto così un “si usa”:

Donna con stivali alti scamosciati viola.
Calze coprenti grigie.
Grigie come? chiede Cinzia.
Grigio Tortora? aggiunge Niky.
Grigio che? Tortora? Dico incuriosito.
A quel punto inizia un elenco quasi infinito di nomi di grigi diversi.
Grigio al 50%, dico interrompendo l’elenco.

Proseguo la descrizione.

Gonna svolazzante a fiori viola e azzurri su fondo verde/grigio.
E qui parte un altro elenco di varianti di verdi differenti.
Io conosco il verde bottiglia, il verde militare, il verde pisello e mi spingo sino al verde oliva… secondo me ne conosco già tanti.

Borsone nero a tracolla. Per fortuna il nero non ha varianti. Solo il nero dei vestiti della Decathlon non è nero nero. Ha una dominante “calda”. Te ne accorgi quando lo accosti ad un indumento nero di altra marca.
Giacca corta viola chiaro. Mi hanno spiegato che si chiama “lavanda” e non viola chiaro.
Sciarpa viola. Un viola più intenso di quello degli stivali.

Insomma, ogni volta le mie colleghe mi devono spiegare come sono le varie sfumature di ogni colore.

Ricordo che anni fa, una cliente era arrivata al punto di chiedermi di usare un “rosso croccante” per una scritta in un video.
:-O

L’altra mattina (25 Aprile) mia figlia Alice, mentre il fratello stranamente ancora dormiva, mi ha chiesto foglio e pennarelli per disegnare. È in una fase artistica della sua vita. Fa molti lavoretti e produce una quantità di disegni incredibili. Si crea anche gli album facendo una rilegatura con lo scotch. A casa mia lo scotch va via come il pane e i disegni non sappiamo più dove metterli.

Ad un certo punto, Alice arriva da me e Barbara con un pennarello verde in mano dicendo:

È verde zuppa!

Ora ho le prove che le donne sviluppano questa incredibile dote sul riconoscere e dare i nomi ai colori sin dai primi anni di vita.

W i colori e W le donne… in tutte le loro sfumature.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...